Contattaci

Ragione sociale: C.&C. s.a.s. 

P.IVA: 02602500247

sede principale: Via Lauro, 95  35010 Cadoneghe (PD)

sedi operative: Via Roma, 112 35010 Borgoricco (PD) & Via Lisbona, 28 Z.I. Padova

recapito Posta e materiali: in Via Lauro,95   35010 Cadoneghe (PD)

Telefoni mobili: 347 3233851    &    335 78 15 770

Telefono: 049 8875489

Fax: 049 8252195

Mail:  squizzato@marchioce.net

Con Skype ci raggiungi e parli con noi gratis, scarica Skype e contattaci all’account”carraro@marchioce.net“.

Share Button

34 comments to this article

  1. Emanuele

    on 2 ottobre 2017 at 00:59 - Rispondi

    Gentilissimi,

    un’informazione: la dichiarazione di conformità di un impianto in acciaio costruito per fini sportivi all’interno di una palestra deve essere rilasciata per forza dal costruttore? Se il costruttore, per motivi personali, si rifiuta di farlo, che cosa succede?
    grazie per la risposta

    • admin

      on 2 ottobre 2017 at 08:28 - Rispondi

      Salve, innanzitutto bisogna sapere cos’è un “impianto in acciaio” perchè la definizione è troppo generica, in ogni caso non esistono “motivi personali” per non rispettare la legge, se non si vogliono responsabilità non si fanno le cose.
      Cosa fare ora? Qualcun altro si assume la responsabilità che ricade comunque sul responsabile della palestra e su chi fa utilizzare questa cosa.
      Ci sono altre strade, come la denuncia alle autorità, ma non conosco il rapporto con il costruttore.
      Cordiali saluti
      ing. Squizzato

  2. Augusto

    on 7 luglio 2017 at 14:43 - Rispondi

    Salve, mi piacerebbe sapere se è necessaria la marcatura ce nel caso della vendita di kit per hobbisti , i quali consistono in una scatola con componenti elettronici e meccanici smontati.
    i kit vengono composti su ordinazione.

    Vi ringrazio anticipatamente , cordiali saluti

    • admin

      on 10 luglio 2017 at 08:12 - Rispondi

      salve, trattandosi di prodotti elettronici, la marcatura CE è sempre obbligatoria, indipendentemente dal tipo di utilizzatore.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

  3. Marco

    on 21 marzo 2017 at 09:44 - Rispondi

    Salve, siamo un’azienda di carpenteria media-leggera. Vorrei sapere quale documentazione mi servirebbe per poter marchiare i miei prodotti: persiane blindate, grate blindate, cancelli in ferro, cassonetti ribaltabili, cassonetti porta rottami, lama spazzaneve.
    Noi siamo già in possesso del patentino per saldatore e del processo per saldatura.

    Grazie

    • admin

      on 22 marzo 2017 at 18:50 - Rispondi

      Salve, i prodotti da Lei indicati devono essere marcati CE, ma in base a norme diverse ed a regolamento e direttiva ancora diversi, quindi per poterLe fornire una risposta articolata ed adatta alla situazione sarebbe preferibile un contatto diretto, perchè mi sembra evidente che la risposta è specifica e non di interesse generale.
      Ci può contattare alla mail carraro@marchioce.net.
      La saluto cordialmente
      ing. Carraro

  4. Baratti Nicola

    on 7 marzo 2017 at 22:29 - Rispondi

    Buongiorno.

    Nel 2012 ho acquistato come privato da una azienda americana una piccola fresatrice cnc x metalli sprovvista della marcatura CE da utilizzare come hobbista. All’epoca molte persone da me contattate che lavorano nel settore delle certificazioni CE mi dissero che anche se ero un privato, che utilizzava il macchinario per hobby ero obbligato ad avere la certificazione CE.In realtà tutte queste affermazioni erano false ,visto che il macchinario ha superato tutti i controlli doganali senza alcun problema.Essendo l’unico cliente italiano, di questa azienda americana,molte persone mi contattano per sapere come superare il problema ma alla fine tutti rinunciano all’acquisto per il gran numero informazioni contraddittorie.
    Vorrei sapere quali riferimenti legislativi posso fornire per dare loro la certezza a termini di legge di non incorrere in sanzioni o sequestro della merce?

    Grazie.
    Saluti Nicola

    • admin

      on 8 marzo 2017 at 17:02 - Rispondi

      Salve, come molte altre persone Lei confonde il passaggio in dogana, come un’approvazione di qualche tipo relativa alla marcatura CE, non è falso ciò che Le hanno detto, ma è sbagliato ciò che crede Lei e non sta scritto in nessuna legge.
      Chi immette in libera pratica una macchina DEVE fare la marcatura CE, che poi in pratica sia possibile non rispettare la legge, lo dimostra il Suo caso, ma la legge è chiara, basta conoscerla.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

  5. Gian Gabriele Silvestri

    on 16 agosto 2016 at 17:30 - Rispondi

    salve ho inventato un piccolo elettrodomestico per la cottura di castagne e voglio crearne una serie da dare in uso campionatura per testarlo.
    Ho bisogno della marcatura ce e in questo caso mi potrebbe preventivare la spesa relativa?.
    Grazie
    distinti saluti

    • Damiano Squizzato

      on 16 agosto 2016 at 19:26 - Rispondi

      Salve,
      un elettrodomestico ha l’obbligo di marcatura CE. Le invio all’indirizzo di posta elettronica il preventivo per la nostra assistenza e consulenza sulla marcatura CE del dispositivo.
      Cordiali Saluti,
      Ing. Squizzato

  6. Francesco Gulinello

    on 18 febbraio 2016 at 11:03 - Rispondi

    Buongiorno
    Ci hanno chiesto di occuparci per l’omologazione di un’auto elettrica. Noi come studio non ci siamo mai occupati di una cosa del genere, e lo abbiamo fatto presente (inutilmente) al Committente con il quale abbiamo collaborato per la progettazione di impianti, pertanto le chiedo se può indicarci dove possiamo trovare della documentazione per chiarirci le idee e verificare quale documentazione è da approntare e quali enti si devono contattare.
    con l’occasione le pongo alcune domande:
    – l’auto elettrica deve soddisfare alle direttive sulla EMC, sulla BT e su quella riguardante le macchine?
    – Quali sono gli enti coinvolti?
    – Quali direttive europee si devono rispettare?
    – Si deve marchiare con CE o si deve marchiare per la compatibilità elettromagnetica (E…) o per entrambe?
    – Quali sono gli enti o i laboratori certificati per eseguire la compatibilità elettromagnetica?
    – Per la direttiva BT e per la direttiva macchine può il costruttore fare lui le verifiche?
    – Dove riscontriamo tutte le verifiche obbligatorie da effettuare per le tre direttive?
    La ringrazio anticipatamente e le auguro una Buona Giornata
    F.sco Gulinello

    • admin

      on 18 febbraio 2016 at 12:22 - Rispondi

      Salve, presuppongo che sia un’auto elettrica destinata a circolare per la strada, se così non fosse rientrerebbe in direttiva macchina, se invece la prima ipotesi è corretta, Lei mi sta parlando di un frutto proibito.
      Frutto proibito, perchè già molte volte mi sono avvicinato a questo argomento, mi affascina molto, ma nel contempo la sua complessità mi suggerisce di starmene lontano.
      Il motivo non sta nel fatto che mi piacciono solo le cose facili, ma che il percorso di omologazione è super impervio sia nella sostanza che nella forma.
      Parlo di omologazione per la circolazione stradale, come ho già precisato.
      In questo caso siamo in ambito automotive, ovvero un mondo a parte, dove vigono leggi precise e severe, che sono collegate alla sicurezza stradale, ai codici della strada di ogni singolo stato (europeo o mondiale, non è la stessa cosa).
      Queste leggi richiedono una serie di specifiche, che riguardano più o meno, ogni parte dell’auto.
      Quelle elettriche poi, devono rispettare anche la bassa tensione e altre del settore elettrico/elettronico, ma queste sono acqua di rose, rispetto a quelle di automotive.
      Non so quale sia il budget che ha a disposizione il Suo cliente, ma Le anticipo che deve essere molto consistente, perchè per esempio i crash tests sono costosissimi
      Potremmo prendere in considerazione una collaborazione, ma dopo attento ed approfondito esame preliminare.
      Ovviamente se la macchina non va per strada, tutto questo discorso decade, e siamo in ambito molto più semplice, ovvero direttiva macchine e qui di problemi non ne abbiamo neppure uno.
      La ringrazio per l’opportunità e La saluto cordialmente.
      Ing. Carraro

  7. Claudia

    on 13 febbraio 2016 at 14:44 - Rispondi

    Salve,
    ho creato una lampada da tavolo in Plexiglass, il cui impianto elettrico è composto dal classico collegamento tra spina, cavo con interruttore e portalampada, tutti ovviamente già marchiati CE.
    Vorrei sapere se devo ugualmente sottoporre la lampada a marchiatura CE ed eventualmente avere un preventivo sul mio indirizzo mail.
    Le lampade si trovano sul sito web http://www.elisabettasalvatori.com e si tratta del modello chiamato “Agave”
    Cordiali saluti

    • admin

      on 13 febbraio 2016 at 16:00 - Rispondi

      Salve, la marcatura CE deve essere fatta in ogni caso, sia per prodotti unici che di serie, artigianali e industriali.
      Le invierò il preventivo al Suo indirizzo.
      Cordiali saluti
      Ing. Carraro

    • Vittoria Monitillo

      on 6 giugno 2017 at 09:46 - Rispondi

      Il mio caso è simile a quello della signora Claudia. Mi chiedo se in questo caso oltre alla marcatura, anche la certificazione è obbligatoria.
      Grazie mille per la disponibilità e davvero complimenti per il sito.

      • admin

        on 30 giugno 2017 at 08:51 - Rispondi

        Salve, mi scuso per il ritardo, ma una disfunzione tecnica non ha segnalato i commenti.
        Salve, non vedo nei recenti commenti quello della Sig.ra Claudia, ma se il caso è simile, vale la stessa risposta.
        Cordiali saluti
        ing. Carraro

  8. Sospendo Team

    on 2 febbraio 2016 at 13:30 - Rispondi

    Salve abbiamo creato un supporto per telefoni e tablet completamente nuovo.
    Vorremmo sapere se è sottoposto a marchiatura ed eventualmente richiedere un preventivo che indichi costi e tempistiche.
    Può facilmente rendersi conto di cosa si tratta guardando il video del prodotto cliccando sul link sottostante.
    https://www.youtube.com/watch?v=Vw8oZ7KRLtQ

    • admin

      on 2 febbraio 2016 at 14:31 - Rispondi

      Salve, il prodotto non è soggetto ad obbligo di marcatura CE, ma deve rispettare la direttiva 2001/95/CE, se desidera un preventivo lo richieda a: carraro@marchioce.net
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

  9. Michela

    on 13 gennaio 2016 at 12:29 - Rispondi

    Buongiorno,
    devo importare un dispositivo elettrico, che funziona a batterie, per manicure e pedicure, vorrei sapere quale certificazione occorre.
    Grazie,

    • admin

      on 14 gennaio 2016 at 16:01 - Rispondi

      Salve, questo prodotto deve essere marcato CE, per evitare problemi in dogana, di cui abbiamo parlato diffusamente su questo blog, è meglio che Lei faccia la marcatura CE prima dell’importazione.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

  10. Francesco

    on 22 ottobre 2015 at 11:23 - Rispondi

    Buongiorno,
    essendo un fabbricante di materassi, vorrei ottenere marcatura CE dispositivo medico. Si richiede tempistica e preventivo di spesa.
    Cordiali saluti.

    • Damiano Squizzato

      on 22 ottobre 2015 at 11:35 - Rispondi

      Buongiorno,
      a breve le invierò al suo indirizzo di posta elettronica un preventivo con tutti i dettagli.
      Grazie per averci contattato e cordiali saluti,
      Ing. Squizzato

  11. barbara

    on 8 maggio 2015 at 08:45 - Rispondi

    Buongiorno,
    vorrei sapere come procedere per la dichiarazione di conformità dei materassi, e se fosse possibile fare autocertificazione, dove trovo i moduli da compilare?
    La ringrazio per l’ottimo servizio.
    Barbara

    • admin

      on 8 maggio 2015 at 10:29 - Rispondi

      Salve, la dichiarazione di conformità è il punto di arrivo della procedura di marcatura CE.
      Non è possibile fare la dichiarazione fine a se stessa, senza aver predisposto il fascicolo tecnico ed aver registrato il dispositivo al Ministero della Salute.
      Compilare moduli prestampati non significa rispettare la legge sulla marcatura CE, nè rendere sicuro un prodotto.
      Tutta la procedura di marcatura CE è una specie di autocertificazione, ma non è una banalità come compilare un modulo.
      Purtroppo sono in molti a diffondere queste stupidaggini e molti sono quelli che ci credono, in buona fede o per “furbizia”, ma è una furbizia di poco valore, dato che poi le conseguenze di questo comportamento illegale, non le paga chi diffonde stupidaggini, ma chi ci crede e le fa.
      Lei deve seguire tutta la procedura prevista dalla direttiva sui dispositivi medici, solo così potrà fare la marcatura CE dei Suoi prodotti e poi rilasciare la dichiarazione di conformità.
      Applichi il buon senso e vedrà che comprenderà qual’è la strada giusta.
      Si fiderebbe di un prodotto di cui esiste solo un modulo che si chiama “dichiarazione di conformità?
      Grazie per aver visitato il nostro sito e per le Sue valutazioni, se ha bisogno di aiuto ci contatti pure, abbiamo già eseguito molte marcature di questi prodotti.
      Buona giornata
      ing. Carraro

  12. CORRIERI Saverio

    on 15 dicembre 2014 at 12:49 - Rispondi

    Salve,
    siamo un negozio rivenditore di scooter elettrici GOVECS e all’atto dell’acquisto degli scooter che abbiamo pagato in tempi diversi, non ci sono stati consegnati i certificati di conformità per alcuno scooter (siccome sono subentrate delle imprecisioni di consegna degli scooter non abbiamo terminato il pagamento) per cui ci troviamo con gli scooter senza poterli immatricolare. Come si potrebbe fare?
    Grazie anticipatamente per la risposta
    RUOTE VERDI di Corrieri Saverio
    C.so Vito FORNARI n°10/F
    70056 Molfetta (BA)
    e-mail:rvcorsavgoçgmail.com
    cel 3338075339

    • admin

      on 15 dicembre 2014 at 15:25 - Rispondi

      Salve, Lei parla di scooter e non do bici elettriche ed inoltre parla di immatricolazione, da questo deduco che sono dei motoveicoli che rientrano nel settore automotive e non nelle direttive sulla marcatura CE.
      Per procedere all’immatricolazione è necessario seguire le direttive relative a questa procedura, ma ritengo che sia più pratico per Voi rivolgerVi ad un’agenzia specializzata.
      In ogni caso questo lavoro è fuori del nostro ambito operativo.
      La ringrazio per l’attenzione e La saluto cordialmente.
      ing. Squizzato

  13. bruschi emilio

    on 3 giugno 2014 at 11:25 - Rispondi

    vorrei se e’ possibile modello autocertificazione per cancelli manuali
    grazie

    • admin

      on 3 giugno 2014 at 12:15 - Rispondi

      Salve, con il termine autocertificazione si definisce il fatto che la marcatura CE può essere eseguita senza l’intervento di un Organismo Notificato.
      La risposta è affermativa, perchè ci sono dei casi in cui ciò è possibile, ma vanno individuati chiaramente e dipendono dal tipo di cancello, dalle dimensioni e poi va chiarito che anche i cancelli esclusi dalla norma specifica, hanno necessità di essere garantiti sul piano della sicurezza.
      Per chiarire il concetto, se un cancello grande deve essere marcato CE, uno piccolo può non esserlo, ma non per questo non deve essere sicuro e questa sicurezza deve essere garantita dal costruttore.
      Non esistono “modelli” o “moduli” per fare la marcatura CE, nonostante siano in molti coloro che si affanno a venderli e purtroppo in molti quelli che li acquistano.
      La sicurezza di qualsiasi prodotto non si raggiunge compilando un modulo, ma questo semplice ragionamento sembra essere incomprensibile e quindi per coloro che cercano sempre le scorciatoie, molti “furbi” hanno creato i “modelli”.
      Ovviamente c’è la libertà di pensiero ed anche quella di prendere e farsi prendere in giro, quindi ognuno è libero di scegliere la soluzione che preferisce, d’altronde ci sono sempre stati quelli che hanno studiato e quelli che hanno superato gli esami con il Bignami, credendo di essere furbi, la realtà emerge sempre prima o poi comunque e con il Bignami in tasca è un pò più difficile lavorare.
      La marcatura CE è un processo produttivo e non un mucchio più o meno grande di carte, perciò credo sia opportuno che Lei affronti la questione partendo dalle direttive e dalle norme di prodotto.
      Cordiali saluti.
      Ing. Carraro

  14. Luigi

    on 14 aprile 2014 at 21:43 - Rispondi

    Scusate il disturbo:
    Gradirei sapere dove si può trovare in commercio il “REGOLO MARCHIO CE”, in sostanza equella fatta vedere in data odierna a “STRISCIA LA NOTIZIA”, che oltre alle varie misure della stessa, ho intravisto anche altri simboli. Grzie in anticipo per la risposta.
    Lunedì 14/04/2014

    • admin

      on 14 aprile 2014 at 22:54 - Rispondi

      Salve ho visto la trasmissione a cui lei fa riferimento e quel regolo è uno strumento di controllo che quel laboratorio si è costruito per fare le proprie verifiche.
      Non è molto utile per i cittadini perchè non è pensabile di andare i giro con uno strumento come quello e poi perchè le misure in altezza del CE sono innumerevoli e quelle nel regolo sono una piccola quantità.
      Meglio scaricare da internet il simbolo corretto e capire bene come è fatto.
      Purtroppo affrontare simili argomenti con i pochi minuti di tempo disponibili in un servizio, comporta il rischio di trasmettere messaggi parziali e fuorvianti.
      1 la sicurezza è importante i tutti o prodotti ma parlare di giocattoli fa più audience, il tappeto su cui il bambino gioca per ore può essere più pericolose del giocattolo con il marchio CE sbagliato
      2 il marchio CE sbagliato è certamente un fatto negativo, ma la sicurezza del prodotto non dipende da quello ma da molti altri fattori, neppure accennati nel servizio.
      Ho proposto a Striscia e non solo già vari anni fa di chiarire l’argomento in modo serio, ma le mie proposte di collaborazione, che ho rinnovato oggi, finora non hanno ottenuto alcuna risposta, da tutti i media interpellati.
      La sicurezza non attira spettatori, solo le disgrazie e gli incidenti.
      La ringrazio per la segnalazione e La saluto cordialmente.
      ing. Carraro

  15. Fabio Mentasti

    on 24 febbraio 2014 at 18:05 - Rispondi

    C.A.: Ing. Carraro

    Come Ordine Ingegneri di XXXXXXX vorremmo organizzare degli incontri, sia divulgativi che professionalizzanti su vari argomenti tra cui la marcatura CE di apparecchi elettrici e/o manufatti.

    In attesa di un suo cortese riscontro, Le porgo i miei piu’
    Cordiali Saluti
    XXXXX XXXXXX
    consigliere nel comitato direttivo dell’Ordine Ingegneri di XXXXXX
    coordinatore, commissione Informatica dell’O.d.I. XX

    • admin

      on 24 febbraio 2014 at 18:13 - Rispondi

      Salve, Gentile collega La ringrazio per l’attenzione e per la richiesta a cui ho risposto privatamente.
      Per motivi di privacy e non solo, ho pubblicato il Suo commento con le cancellazioni sui riferimenti identificativi, per evitare qualsiasi problema.
      Nel caso la cosa prendesse forma, sarò naturalmente a disposizione.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

  16. stefano lucidi

    on 11 novembre 2013 at 11:45 - Rispondi

    Gradirei avere informazioni su come presentare la dichiarazione di conformità dell’impianto di areazione meccanica della mia palestra.
    Grazie

    • admin

      on 12 novembre 2013 at 01:09 - Rispondi

      Salve,
      La dichiarazione deve essere rilasciata da chi ha installato l’impianto e deve essere conservata e resa disponibile in caso di controllo delle autorità! Cordiali saluti

Lascia un commento