La Dichiarazione “cinese”

Spesso sento dire che i cinesi hanno i prodotti marcati CE o che rilasciano dichiarazioni di conformità per i loro prodotti, scoprendo quotidianamente che i cinesi e non solo loro, confondono il certificato CE rilasciato da un laboratorio, con il marchio CE e la dichiarazione di conformità di un campione testato, con la dichiarazione di conformità prevista dalle direttive e dalle norme.

Pensando a come poter fornire un metodo di verifica che tutto ciò è sbagliato, anche se ci sono dei colleghi ingegneri, che fatalità fanno i consulenti in Cina, che sostengono quanto tutto questo sia corretto, mi è venuto in mente un modo che forse fa chiarezza.

L’importatore che ha qualche dubbio (che non dovrebbe avere se conoscesse le leggi) può chiedere al produttore cinese di rilasciargli oltre a tutti i documenti che ha già, una dichiarazione di conformità firmata dal legale rappresentante, ed in questa dichiarazione deve essere chiaro che il firmatario si assume la responsabilità (per quel che vale) di ogni singolo prodotto fornito.

Credo che nonostante sia comunque impossibile far valere quel documento e che in ogni caso non abbia validità per le autorità europee, i nostri importatori avranno delle sgradite sorprese, nello scoprire che difficilmente anche nel Paese del sol levante si troverà qualcuno disponibile ad assumersi delle responsabilità.

In ogni caso se accadesse ci sarebbe almeno la sensazione di aver trovato o una persona seria o totalmente priva di scrupoli, ma difficilmente farà parte della maggioranza che tende a rimanere nell’ombra tra i suoi “ho sentito”, “mi hanno detto”, “un mio amico ha fatto così”.

Share Button

2 comments to this article

  1. Francesco Bevilacqua

    on 2 luglio 2016 at 20:48 - Rispondi

    Articolo molto interessante e attualissimo.
    Potrebbe fornirmi un esempio di dichiarazione di conformità firmata dal legale rappresentante ?
    Quali parti obbligatorie dovrebbe contenere?
    Di quali documenti bisogna disporre (oltre al certificato di conformità rilasciato dal laboratorio ) per poter importare e utilizzare un macchinario es una crepiera , dalla Cina ?
    La ringrazio della risposta.
    Cordiali saluti.
    Francesco B.

    • admin

      on 2 luglio 2016 at 21:59 - Rispondi

      Inizio dalla Sua ultima affermazione sul certificato da laboratorio, questo non è ASSOLUTAMENTE necessario, come si evince da tutte le direttive, che indicano chiaramente i casi in cui bisogna averlo, ma sono realmente pochi, e certamente non è il Suo caso.
      La dichiarazione di conformità è illustrata in tutte le direttive, quindi la cosa più semplice è rispettare le direttive pertinenti al proprio caso.
      Attenzione: la marcatura CE richiede un fascicolo tecnico, non solo la dichiarazione su cui si concentra il Suo intervento.
      Può trovare tutte le informazioni necessarie nel sito, se poi Le servirà assistenza, noi siamo a disposizione.
      La saluto cordialmente
      Ing. Carraro

Lascia un commento