Macchine e Macchinari

Definizione di macchina: un’insieme di parti meccaniche, di cui almeno una mobile per effetto di una forza non umana, e questa forza può essere già presente o essere applicata in un momento successivo. Le macchine sono regolamentate dalla “Direttiva Macchine 2006/42/CE“. Il 29/12/2009 è entrata in vigore la Nuova Edizione.

Per immettere nel mercato europeo  macchine o quasi macchine è OBBLIGATORIO che siano provviste del marchio CE. Questa obbligazione è imposta anche per prodotti IMPORTATI, sia che siano nuovi sia che siano usati.

Se il costruttore o il mandatario risiedono all’interno della comunità europea sono tenuti ad apporre la marcatura CE in base alla Nuova Direttiva Macchine. Se sono residenti in un territorio non europeo ad apporre la marcatura CE sarà l’importatore.

Come si deve procedere per “essere nelle condizioni di” poter apporre il Marchio CE su una macchina?

In fase di progettazione è necessario rispettare alcune normative atte a considerare tutti gli aspetti della SICUREZZA. Il progettista deve prevedere in anticipo i pericoli, attribuibili alla macchina e deve eliminare o ridurre al minino i rischi a cui l’utente finale è esposto durante l’utilizzazione. Questi parametri sono scritti nella Direttiva Macchine.

Quindi in fase di progettazione si deve produrre un documento che si chiama “analisi dei rischi“, con il quale si mettono in evidenza i pericoli connessi alla macchina, gli interventi pensati per ridurre il rischio ed eventualmente l’indicazione dei rischi residui. Redigere l’analisi dei rischi è un passaggio molto delicato, infatti va seguita una rigorosa procedura di stesura. La nostra società di consulenza fornisce da anni questo tipo di servizio e segue produttori,mandatari ed importatori affinché eseguano questo delicato passaggio. La nostra società aiuta a seguire tutti gli altri aspetti della marcatura CE. Ricordo che la marcatura CE non è compresa solo di analisi dei rischi ma da tutta una serie di documenti:

  • Dichiarazione di conformità del prodotto
  • Fascicolo Tecnico del prodotto
  • Manuale di installazione, uso e manutenzione del prodotto
  • Procedure formalizzate di produzioni atte a dimostrare nel caso di produzione di serie la corrispondenza di ogni singolo oggetto ed il campione su cui si sono svolte le indagini per la marcatura

Tornando all’analisi dei rischi, è di fondamentale importanza prendere in considerazione i “Requisiti Essenziali per la Sicurezza e la Salute“, che sono indicati in un capitolo della Direttiva Macchine e che identificano i principali aspetti di rischio da prendere in considerazione, in fase di progettazione e di costruzione della macchina.

Tenendo conto e rispettando i risultati di tutta questa analisi si passerà alla costruzione della macchina.

Sarà necessario dimostrare che la fase di lavorazione e costruzione della macchina è stata eseguita in modo corretto ed ogni organizzazione provvederà ad adottare le procedure che per essa sono più convenienti e pratiche per fare ciò. (norme es. ISO 9001-2008).

Per costruire una macchina è necessario avere redatto una distinta base, dei disegni, degli schemi di impianto, dei circuiti, in ogni caso la documentazione che illustra a chi costruisce ed a titolo di memoria, da cosa è composta e come è costruita la macchina.

Conoscere il nome del costruttore e sapere quando la macchina è stata costruita è necessario. La stessa deve essere identificabile tramite un numero di matricola.

Finita la fase di costruzione, la macchina deve essere opportunamente collaudata e deve essere redatto il relativo verbale con gli estremi delle prove effettuate. La macchina può essere messa in commercio se e solo se accompagnata da un manuale di installazione uso e manutenzione, all’interno del quale si trova stampata o allegata la dichiarazione di conformità e una riproduzione dell’etichetta. Il manuale d’uso e di manutenzione può essere multi-lingua ma deve contenere obbligatoriamente quella del paese in cui viene venduta o commercializzata la macchina.

L’etichetta con il relativo marchio CE deve essere applicato obbligatoriamente nel macchinario in modo indelebile secondo un criterio di resistenza alla cancellazione previsto dalla norma.

Presso l’azienda devono essere conservate copie di:

–          dichiarazione di conformità della macchina

–          manuale d’uso relativo al modello

–          copia del modello dell’etichetta CE

–          documentazione di produzione della macchina per la rintracciabilità

–          documentazione delle prove

Devono essere invece messe a disposizione su richiesta dell’autorità tutti gli altri documenti cioè:

–          il fascicolo tecnico

–          i dati relativi alle forniture di tutti i materiali ed i componenti

–          le procedure documentate di produzione

ATTENZIONE! IL FAI DA TE E’ FORTEMENTE SCONSIGLIATO, SI STA TRATTANDO DELLA SICUREZZA DI TUTTE LE PERSONE COINVOLTE NELLA COSTRUZIONEINSTALLAZIONE ED USO DELLA MACCHINA. OLTRETUTTO PUOI EVITARE PROBLEMI CON LA LEGGE: NON ESSERE IN REGOLA CON LA MARCATURA CE E’ PUNIBILE CIVILMENTE E PENALMENTE.

La nostra società esegue la marcatura CE e fornisce la consulenza per capire cosa è necessario fare

Puoi richiedere informazioni e preventivi gratuiti

Le nostre mail sono  squizzato.ce@gmail.com

I n° telefonici del nostro ufficio sono 049 8875489  il n° di fax è 049/8252195

Per consultazioni veloci chiama il n° 347 3233851

Possiamo farTi superare le difficoltà di un argomento complesso, con efficacia ed efficienza.

Prima di Te hanno lavorato con noi:

  • multinazionali che operano in vari settori produttivi, dal petrolifero all’oledinamico
  • squadre di calcio di serie A per i loro gadget
  • Guardia di Finanza
  • Polizia Tributaria
  • Carabinieri
  • Polizia di Stato
  • Dogane e spedizionieri
  • e centinaia di aziende, proprio come la Tua

Pensi che siano TUTTI degli sprovveduti?

Contattaci, riceverai sempre e comunque una risposta immediata!

 

 

Share Button

Lascia un commento