Chi siamo

Siamo un team di ingegneri Consulenti e Periti per centinaia di Aziende Italiane ed Estere

Collaboriamo con : Guardia di Finanza, Tributaria, Carabinieri, Tribunali, Autorità Doganali, Polizia di Stato, Unioncamere.

Siano una società di consulenza che opera con la partecipazione di molti professionisti, esperti in vari settori dell’economia e della tecnica.

Svolgiamo il nostro lavoro con l’obiettivo principale di essere utili ai nostri clienti, che sono tutti coloro che ci contattano per avere informazioni, a prescindere dal fatto che esista un rapporto economico.

Molte informazioni che chiariscono l’utilità, i limiti, le necessità e l’obbligo della marcatura CE, le forniamo senza alcun costo e a chiunque ci contatti, siano essi aziende o privati.

Abbiamo strutturato il nostro sito in modo che tutti possano inviare richieste e/o suggerimenti.

La nostra etica ci porta a credere che la conoscenza debba essere diffusa quando rappresenta un interesse comune e possa essere fonte di reddito, solo quando viene trasferita a chi a sua volta ci potrà guadagnare.

Il marchio CE rappresenta prima di tutto una garanzia per i compratori e noi consideriamo che questo sia un segno di progresso e civiltà, quindi invitiamo tutti coloro che acquistano a porre la giusta attenzione su questo aspetto.

A coloro che lo devono apporre, diciamo di considerarlo un corretto metodo di comportamento e non una tassa in più da pagare.

Mettiamo in guardia da tutti coloro, e sono molti, che promettono facili soluzioni per la marcatura CE e forniscono a poco prezzo scorciatoie, che portano semplicemente a comportamenti illegali.

Nessuno dei nostri clienti è così stupido da pensare che un sistema di controllo della produzione, si possa acquistare per poche decine di euro e se lo fa è ben cosciente di inoltrarsi in una strada molto pericolosa, per se e per i suoi clienti.

Vogliamo fornire i nostri servizi solo a coloro che vogliono lavorare nel rispetto delle leggi e delle norme, cercando di conoscerle nel migliore dei modi, per applicarle correttamente e non per eluderle.

Oltre alla marcatura CE svolgiamo le seguenti attività:

consulenze e perizie tecniche

deposito brevetti

registrazione marchi

consulenza commerciale, di marketing e web marketing

forniamo inoltre attività di consulenza gestionale, per il controllo manageriale delle aziende e per l’implementazione dei sistemi di gestione per la  qualità, secondo le norme ISO 9001 2008, ed abbiamo portato a certificazione decine di aziende.

Share Button

10 comments to this article

  1. OUATTARA YACOUBA

    on 7 febbraio 2017 at 04:28 - Rispondi

    Buongiorno ho brevettato un dispositivo anti-abbandono per bambini in macchina. Vorrei aver un preventivo per la certificazione di conformità CE,la redazione del manuale d’uso

    • Damiano Squizzato

      on 7 febbraio 2017 at 11:24 - Rispondi

      Buongiorno,
      ho provveduto a rispondere alla sua mail privatamente.
      Cordiali saluti,
      ing. Squizzato

  2. GBC INDUSTRIAL SYSTEM

    on 26 gennaio 2017 at 10:30 - Rispondi

    Salve

    Un cliente ci ha fornito una macchina in conto lavoro sulla quale abbiamo effettuato un revamping senza modificare la parte meccanica e adeguando invece alle nuove normative la parte elettrica.
    Cosa siamo obbligati a fornire a livello di certificazione?
    Abbiamo redatto un fascicolo tecnico ma se esiste la documentazione originaria questo deve essere un’integrazione ad essa.
    Come possiamo essere responsabili della parte meccanica se non abbiamo modificato nulla?

    grazie

    • admin

      on 26 gennaio 2017 at 11:30 - Rispondi

      Salve, buona domanda che forse dovrebbe interessare a moltissime persone, che però non se la pongono neppure.
      Ci sono due ipotesi di soluzione per una situazione del genere e dipendono in parte dalla tipologia di intervento e dalla sua interazione con la sicurezza della macchina.
      Ovviamente se si sostituisce un interruttore o una vite, non è il caso di parlare di nuova marcatura CE, se si interviene in modo “pesante” sulla macchina modificandone, anche migliorandolo, il livello di sicurezza, è opportuno rifare la marcatura CE, oppure se separabile, solo la parte relativa all’intervento eseguito.
      Se si dispone della documentazione completa delle macchina, si può integrare questa con la parte relativa alla documentazione.
      Ma pongo una domanda che ritengo significativa ancorché retorica: chi è disposto ad assumersi la responsabilità della sicurezza di una macchina, o qualsiasi altro prodotto, su cui è intervenuto un terzo non autorizzato, per quanto professionale? Ritengo che la risposta sia scontata, NESSUNO.
      Quindi il rischio è, che chi interviene a posteriori, sia chiamato a rispondere della sicurezza di tutto il prodotto.
      Ecco allora la seconda modalità di intervento che io consiglio sempre ai nostri clienti.
      Si formalizza innanzitutto la situazione del prodotto, macchina o altro, che si riceve in carico, o su cui si è chiamati ad intervenire.
      Questa operazione corrisponde tra l’altro al rispetto della norma ISO 9001 per quanto riguarda la gestione dei prodotti di proprietà del cliente.
      Dopo aver documentato con: un elenco dei documenti a disposizione, foto delle varie parti della macchina, soprattutto gli aspetti di sicurezza, relazione sullo stato dell’arte (naturalmente tutto in proporzione all’entità del lavoro da fare), si deve definire e limitare l’ambito di intervento, sempre in modo formale, ovvero si indica ciò che si intende fare, su quali parti si deve intervenire.
      Dopo aver eseguito l’intervento, di cui si dovrà documentare ogni cosa, come se fosse la marcatura CE relativamente a quella parte, si consegnerà al cliente la documentazione completa, chiedendo firma di ricevuta e si terrà una copia (quella firmata dal cliente) e si rilascerà la dichiarazione di conformità relativa all’intervento eseguito.
      Tutto ciò vale per la macchine, ma anche per qualsiasi altro intervento su apparecchiature elettriche ed elettroniche, eseguito presso il cliente o presso il proprio laboratorio.
      Con i moderni strumenti, la documentazione dello stato di fatto è molto semplice e poco onerosa e una decina di minuti dedicati a preparare dei documenti, valgono bene la tranquillità di fronte a future contestazioni di cui si dovrà rispondere.
      Spero di essere stato chiaro e che le indicazioni siano utili.
      La saluto cordialmente
      ing. Carraro

  3. DIGITAL.LAB

    on 11 dicembre 2014 at 05:27 - Rispondi

    BUONGIORNO SIGNORI, STIAMO PRODUCENDO CON LA STAMPA 3D UN PORTA CONTENITORI PER SALSE CHE SERVONO AI RISTORANTI. VOGLIAMO SAPERE SE POTETE INDICARCI SE ANCHE QUESTO DOVRA’ AVERE LA CERTIFICAZIONE CE E APPLICARE ANCHE IL SIMBOLO CE E SE COSI FOSSE CHE COSA DOBBIAMO FARE E POSSIBILMENTE SAPEREI IL COSTO PER OTTENERE QUESTA CERTIFICAZIONE. GRAZIE E BUONA GIORNATA. ROMANO NICOLINI
    DIGITAL.LAB – VIA FLAMINIA, 86 – 60126 ANCONA – TEL.07142110

    • admin

      on 11 dicembre 2014 at 18:33 - Rispondi

      Salve, questo prodotto non rientra in alcuna direttiva con obbligo di marcatura CE, ma deve rispettare la 2001/95/CE Sicurezza generale dei prodotti, che riguarda praticamente TUTTO.
      Nel caso siate interessati la nostra società Vi potrà supportare nella verifica di conformità a questa direttiva.
      Cordiali saluti
      ing. Squizzato

  4. Andrea

    on 30 ottobre 2014 at 21:55 - Rispondi

    Buongiorno.
    Sto progettando una piccola macchina. Non prevede parti rischiose ne parti alimentate a tensione. Quanto può costare il brevetto europeo e la certificazione ce indicativamente.
    Molte grazie

    • admin

      on 31 ottobre 2014 at 00:38 - Rispondi

      Salve, per rispondere dovrei conoscere maggiori dettagli sul prodotto, però siccome il blog non è uno spazio commerciale, ma solo di discussione, sarò s disposizione all’indirizzo carraro@xvoi.net se mi invierà la stessa richiesta e maggiori informazioni, inoltre con quel mezzo potrò mantenere il segreto professionale.
      Cordiali saluti
      Ing. Carraro

  5. Delsignore

    on 15 ottobre 2014 at 15:52 - Rispondi

    Buongiorno chiedo consulenza

    • admin

      on 15 ottobre 2014 at 18:19 - Rispondi

      Salve, grazie per la fiducia, nessun problema a fornire consulenza, mi contatti via mail o al cellulare oppure mi invii, il Suo numero di telefono.
      Cordiali saluti
      ing. Carraro

Lascia un commento